Il libro di Khalid

download

 

 

 

Ameen Rihani, Il libro di Khalid, trad. e cura di Francesco Medici, Meosgea, Messina 2014

Ammetto che questo non è il mio genere di libro. Come a volte sostengo, mi manca la casella nel cervello per poter apprezzare un certo genere di scritti o più correttamente le idee e il pensiero che veicolano. Limite mio ovviamente. Ciononostante sono in grado di apprezzare un lavoro molto ben fatto, come quello che Francesco Medici ha realizzato con questa pubblicazione. Non solo una traduzione molto attenta, ma anche un apparato di note molto utile. E una bella edizione che riproduce anche i disegni originali di Khalil Gibran eseguiti appositamente per l’edizione originale del romanzo.

Anche l’introduzione è molto ben equilibrata. Medici non è autoreferenziale, introduce il romanzo senza toglierci il piacere di leggere poi il romanzo e, inserendone la pubblicazione all’interno di un preciso contesto, ci permette di cogliere alcuni aspetti interessanti, soprattutto di coglierne l’attualità, che è forse quello che si dovrebbe sempre fare.

Il romanzo, affronta, per bocca di due giovani arabi a New York, tematiche quali il rapporto America-Medio Oriente, i conflitti nel Mondo Arabo, la storia dell’immigrazione negli Stati Uniti. L’idea è quella degli intellettuali del tempo, ossia una nazione araba che superasse confini geografici, di religione e politici e che vivesse in armonia con il resto del mondo. Per questo motivo il romanzo è stato accostato da diversi alle primavere arabe e per alcuni Rihani potrebbe essere la figura di riferimento di questi movimenti; personalmente ho qualche dubbio.

 

Il romanzo, considerato il primo romanzo arabo-americano, uscì nel 1911. Nel 2011 è stato avviato un progetto per ricordare quest’opera e diffonderla, del quale potete avere notizie al seguente link: http://projectkhalid.org/

Al seguente link, invece, potete “assaggiare” la lettura del romanzo

 

 

Be Sociable, Share!
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.