Hakawati il cantore di storie

[Questa recensione icastica è di Alfredo Memmo]

Rabih Alameddine, Hakawati il cantore di storie, Bompiani, Milano 2010

Pasticcio divino. Ingredienti: recatevi a casa di uno studente di Arabo. Chiedete in prestito alcuni libri della sua biblioteca (Corano, Kalila wa dimna, Il collare della colomba, at-Tifashi, Le mille e una notte) poi prendete una Bibbia. Copiate a casaccio, scopiazzate a più non posso, saccheggiate a man bassa, diluite la narrazione in un fumettone stile dinasty e fate raffreddare in frigo. In mezz’ora il papiro prolisso è pronto per la lettura. Ah non dimenticate i ringraziamenti: sareste accusati di plagio!!!!

Pasticcio divino. Ingredienti: recatevi a casa di uno studente di Arabo. Chiedete in prestito alcuni libri della sua biblioteca (Corano, kalila e dimna, il collare della colomba, al tifashi, le mille e una notte) poi prendete una Bibbia. Copiate a casaccio, scopiazzate a più non posso, saccheggiate a man bassa, diluite la narrazione in un fumettone stile dinasty e fate raffreddare in frigo. In mezz'ora il papiro prolisso è pronto per la lettura. Ah non dimenticate i ringraziamenti: sareste accusati di plagio!!!!
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni amiche. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.