Palestina e governo italiano

Il sito della Presidenza del COnsiglio pubblica questo comunicato

http://www.governo.it/Presidente/Comunicati/dettaglio.asp?d=69916

per farci sapere che voterà a favore dello status di Osservatore permanente.

Questa è l’ultimo paragrafo del comunicato:

“Nel dare sostegno alla Risoluzione, l’Italia, in coordinamento con altri partner europei, ha in parallelo chiesto al Presidente Abbas di accettare il riavvio immediato dei negoziati di pace senza precondizioni e di astenersi dall’utilizzare l’odierno voto dell’Assemblea Generale per ottenere l’accesso ad altre Agenzie Specializzate delle Nazioni Unite, per adire la Corte Penale Internazionale o per farne un uso retroattivo. A Netanyahu il Presidente, nel ribadire che questa decisione non implica nessun allontanamento dalla forte e tradizionale amicizia nei confronti di Israele, ha garantito il fermo impegno italiano ad evitare qualsiasi strumentalizzazione che possa portare indebitamente Israele, che ha diritto a garantire la propria sicurezza, di fronte alla Corte Penale Internazionale.”

Ah.

Questa voce è stata pubblicata in Storia. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Palestina e governo italiano

  1. anna scrive:

    ah ecco, mi pareva…